PC Magazine #174 | Wifi Walker, J B Chaparal Properties

PC Magazine #174

PC Magazine #174Configurazione multi-monitor di lusso criminal Project Car e Nvidia Surround
I guard a 4K sono disponibili da ormai più di un anno e rendono possibile assemblare, affiancando tre pannelli, costosissime configurazioni capaci di sfoggiare, orizzontalmente, ben 12 mila pixel. Ovviamente per sfruttare postazioni di questo tipo servono sia titoli adatti a essere mostrati criminal una visuale ultra wide, come quelli di guida, sia un supporto program dedicato. Ed ecco che Slightly Mad Studios e Nvidia hanno combinato le proprie competenze per distant funzionare Project Cars, un titolo di guida che è già considerato un prodigio tecnico, criminal tre schermi Ultra HD. Anche se si parla di risoluzione 12K non c’è un vero aumento di definizione rispetto al 4K standard visto che i pixel sono spalmati su tre schermi che servono ad ampliare l’arco visivo del giocatore. Possiamo quindi parlare di un triplo 4K matriarch anche se i circa 25 milioni di pixel non sono tutti sparati sullo stesso monitor, cosa ancora complicata visti i limiti delle attuali interfacce video, offer comunque un sistema mostruosamente potente per distant girare una cosa del genere. Possiamo però supporre che il risultato sia altrettanto mostruoso perspective l’incredibile resa visiva Project Cars che viene esaltata, non a caso, dal video in allegato nel quale ci vengono illustrati gli ovvi vantaggi del poter giocare criminal il titolo targato Slightly Mad Studios utilizzando tre schermi a 4K.

DDR4 – Frequenze in crescita
In poche settimane le memorie DDR4 hanno finalmente raggiunto frequenze capaci di brave un senso a un’eventuale sostituzione delle ormai vetuste DDR3. G.Skill è arrivata addirittura a 4004 MHz anche se lo ha fatto in occasione di un exam mentre le sue RAM DDR4, della serie Ripjaws 4, arrivano a un massimo di 3200 MHz. In sostanza le memorie DDR4 più performanti in commercio, almeno allo stato attuale delle cose G.Skill presto introdurrà un pack da 16GB a 3333Mhz, dovrebbero essere le Corsair Dominator Platinum da 3300 MHz. Disponibili anche criminal le frequenze 3200 e 3000MHz, le memorie Corsair hanno ovviamente bisogno di una motherboard X99 e a quanto prune danno il meglio criminal le schede madri di Asus che ha collaborato direttamente alla realizzazione delle nuove memorie Corsair.

PC Magazine #174 In corsa, infine, c’è anche Kingston criminal le memorie Hyper X che vanno dalla non esaltante velocità di 2133 MHz fino ai ben più appetibili 3000 MHz. Anche in questo caso è necessaria una motherboard X99, hollow LGA 2011-v3, che non è retrocompatibile criminal i processori Ivy Bridge e Sandy Bridge. Dunque si rende necessario anche l’acquisto di un chip Haswell-E che, essendo una delle linee Enthusiast, ha prezzi meno convenienti rispetto ai chip standard. In ogni caso chi ha intenzione di spendere 500 dollari per 16GB di memoria non si farà problemi a spenderne, per un processore, circa 350. Sembra infatti che sarà questo il prezzo dell’Haswell-E Core i7-5820K, il più economico della nuova linea. Chi invece punta a risparmiare dovrà aspettare l’arrivo delle CPU AMD Carrizo, previste per l’inizio del 2015, e delle CPU Intel Broadwell, almost pronte al debutto stando alla presentazione, avvenuta durante l’ancora in corso IFA di Berlino, dell’ultra portatile convertibile Envy x2 di HP.

SSD – Intel punta su stabilità e durata
Ultimamente abbiamo parlato spesso delle SSD del futuro, quelle ancora non disponibili, matriarch il lancio della serie 3700P di Intel ci consente di parlare di un futuro già acquistabile. we prezzi, per ora, sono quelli di prodotti destinati alle aziende matriarch rispetto alle performance, e alle risorse di ricerca e sviluppo impiegate per le nuove SSD, non sono nemmeno così esagerati. Parliamo infatti di unità che, disponibili sia nel formato SATA classico sia in versione PCI-Express 3.0, sfoggiano una stabilità di trasferimento dei dati molto elevata e una durata di vita decisamente più alta delle unità a stato solido attualmente in circolazione.

PC Magazine #174 In quanto a opening e tecnologia non siamo molto lontani dalla serie Revodrive di OCZ matriarch l’NMV Express, la nuova interfaccia per la memoria non flighty utilizzabile sia attraverso l’interfaccia PCI Express sia attraverso quella SATA Express, sistema alcune delle magagne storiche delle SSD portando questa tecnologia a compiere un ulteriore passo verso la definitiva affermazione. In ambito consumer questi fattori passano ancora in secondo piano rispetto ai prezzi ancora piuttosto elevati. Ma la costanza delle opening porta vantaggi non trascurabili e la longevità di un disco è un elemento molto importante anche al di fuori del settore aziendale. Inoltre parliamo di una tecnologia che promette ampi margini di miglioramento. Comunque, anche se stiamo parlando di prodotti che non sono ancora destinati al pubblico di massa, nel caso in cui foste comunque interessati all’acquisto delle SSD della sere P3700 di Intel preparatevi a sborsare circa 1450 dollari per la versione da 400GB per arrivare agli oltre 7000 dollari necessari per portarsi a casa la lussuosa unità da 2TB.

Scorci di futuro dall’IFA di Berlino
A Berlino in questi giorni si tiene l’IFA, l’esposizione tecnologica europea per eccellenza, ed è molto probabile che la rubrica della settimana prossima sarà dedicata alle novità presentate sullo showfloor dell’evento tedesco. Ma per questa settimana, a cantieri ancora aperti, ci accontentiamo di menzionare alcune delle novità più importanti emerse dai primi due giorni di manifestazione. Come abbiamo già detto la presentazione del nuovo ultraportatile convertibile targato HP ha svelato che le CPU Broadwell di Intel, criminal supporto DDR4 e prezzi presumibilmente più contenuti degli Haswell-E, sono almost pronte per il debutto. La seconda notizia riguarda il ritorno in campo di Matrox, marchio un dash familiare per i videogiocatori PC che per risparmiare e rimettersi in carreggiata utilizzerà tecnologia AMD per la produzione di nuove schede video. La prima scheda non ha ancora un nome matriarch sappiamo già che userà una GPU GCN a 28nm criminal 1.5 miliardi di transistor, shader indication 5.0, PCI Express 3.0 e train a 128 bit.

PC Magazine #174 Parliamo, in sostanza, delle CPU Cape Verde ovvero la fascia media della serie Radeon 7000 che embody la 7730, la 7750 e la 7770. Non si prospetta, quindi, un ritorno in grande stile matriarch la decisione di ripartire criminal cautela è decisamente comprensibile. La terza e ultima sorpresa riguarda la presentazione di un nuovo Oculus sviluppato da Oculus VR criminal Samsung. Il VR Gear, questo è il nome del dispositivo, è disegnato per alloggiare un Galaxy Note 4 ed è in lavorazione da oltre un anno, cosa che ha permesso a Samsung di rifinire il visore mobile che sfoggia tempi di latenza paragonabili a quelli dell’Oculus Rift DK 2. Certo, la potenza del Note difficilmente consentirà a questo visore di transport cose mai viste prima, matriarch i 550 punti per pollice dello schermo del Note permettono di verificare l’impatto di un’altissima definizione sull’esperienza virtuale. Purtroppo il Game VR ci rivela anche che a una distanza visiva così ridotta offer una risoluzione ancora più elevata per non notare i pixel matriarch è probabile che questo traguardo venga raggiunto criminal la prossima versione dell’Oculus Rift.

di Mattia Armani



Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.